BONUS FACCIATE: DI CHE SI TRATTA?

Il bonus facciate prevede una detrazione scale del 90% delle spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020 per la realizzazione di interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti, ubicati in:
  • zona omogenea A (centro storico)
  • zona omogenea B (zone di completamento, ossia parzialmente edificate)
A differenza di tutte le altre opzioni di detrazioni previste dall'ordinamento, per il bonus facciate non si applicano i limiti massimi di spesa.

INTERVENTI AMMESSI
L'agevolazione riguarderà quindi tutti gli interventi finalizzati al recupero o al restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A o B, inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna.
In caso di lavori riguardanti interventi consistenti dal punto di vista termico o che interessino oltre il 10% dell'intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell'edificio, gli interventi devono soddisfare i requisiti di cui al Decreto Ministeriale 26 giugno 2015.
Saranno ammessi al bonus facciate gli interventi sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti, e altri interventi su altri elementi come grondaie, pluviali, parapetti e cornicioni.

Solo per gli interventi di efficienza energetica (quelli influenti dal punto di vista termico o che interessino oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio), considerato che per essi si applicano le stesse procedure e gli stessi adempimenti previsti dal decreto 19 febbraio 2007, in aggiunta agli adempimenti sopra elencati, i contribuenti sono tenuti ad acquisire e conservare:
  • l’asseverazione, con la quale un geometra (o altro tecnico abilitato) certifica la corrispondenza degli interventi effettuati ai requisiti tecnici previsti per ciascuno di essi;
  • L’attestato di prestazione energetica (APE) per ogni singola unità immobiliare per cui si chiedono le detrazioni fiscali, che deve essere redatto da un tecnico non coinvolto nei lavori

Richiedi una consulenza personalizzata sulla fattibilità dell'intervento sia dal punto di vista urbanistico-edilizio che dal punto di vista fiscale.

Scrivici all'indirizzo: studio@mattiagaleazzi.it